Open/Close Menu FIND is a non-profit Swiss foundation with a mission to promote intercultural dialogue between India and other countries.
L'Istituto Internazionale per la Musica Tradizionale

L’Istituto Internazionale per la Musica Tradizionale (IITM) di Berlino venne fondato nel 1963. Dalla fondazione sino al 1996, anno in cui venne definitivamente chiuso, l’Istituto ha organizzato più di 30 convegni, stampato oltre 100 pubblicazioni e 170 dischi, grazie anche alla fondamentale collaborazione del Consiglio Internazionale per la Musica.
La missione dell’Istituto è stata quella di documentare, promuovere e preservare le tradizioni musicali del mondo, e di renderle fruibili al pubblico. Alain Daniélou non solo fu una delle figure decisive per la creazione dell’Istituto, ma ne fu il Direttore per i primi dieci anni. Assistito da Jacques Cloarec, Daniélou diede inizio ad una ricca produzione di registrazioni e fotografie, per doc»umentare la cultura musicale di India, Cambogia e Indonesia.
A partire dal 1973 la direzione dell’IIMT passò a Ivan Vandor, il quale si dedicò particolarmente allo studio della musica tradizionale del Tibet. In seguito la guida dell’Istituto passò a Max Peter Baumann che lavorò accanto agli entomusicologi Hassau Habib Touma e Ulrich Wegner per la stesura di pubblicazioni, quali la «World of Music e numerose altre.
Con il ritorno di Max-Peter Baumann a Bamberga, l’intero archivio dell’IITM (biblioteca, collezione di registrazioni, fondo fotografico, apparecchiature) venne trasferito all’università di Bamberga, mentre il Senato di Berlino rimase comunque in possesso dell’inventario dell’IIMT.
Dal 2008 il dipartimento di Etnomusicologia del Dahlem Museum, Museo Etnologico di Berlino, è in possesso del lascito dell’IIMT. Grazie al lavoro del Museo e di Lars-Christian Koch, Dir. del Dipartimento di Etnomusicologia, Media Technology e del Phonogramm Archiv, è stata recuperata una parte significativa della documentazione degli archivi (dopo la chiusura dell’Istituto vennero infatti smarriti/distrutti un gran numero di documenti) ed è in atto un importante lavoro di catalogazione e digitalizzazione dei moltissimi materiali.