Open/Close Menu FIND is a non-profit Swiss foundation with a mission to promote intercultural dialogue between India and other countries.

Performance Kalaripayattu

with Alessandro Anil Biswas, Edoardo Sartorio-Cannas (performers)
Kalipada Adhikary (sri khol, percussioni)

Kalaripayattu, un’arte marziale di origine millenaria dell’India del sud è considerata la madre delle arti marziali del sud est asiatico. Nel suo aspetto performativo si avvicina al teatro e alla danza. I combattimenti a mani nude, con coltelli, bastoni, spade e scudi rimandano a momenti di forte tensione drammatica, che sarà accompagnata con la musica delle tabla. La pratica è sempre preceduta dal Guruvandhanam, ovvero delle forme di saluto al cielo, alla terra, al proprio Guru e al Dio Ganesha. La performance di conclude con la Danze del Fuoco, che unisce la forza e l’impeto dell’origine marziale all’eleganza e alla leggerezza dei movimenti, il fuoco qui è protagonista della scena, riempie lo spazio, lo avvolge e crea coreografie luminose di grande suggestione.

Alessandro Anil Biswas, nato nel 1990, ha vissuto in India fino a sedici anni, a Santiniketan (West Bengal), frequentando la scuola fondata dal poeta R. N. Tagore. Pratica Kalaripayattu dal età di nove anni con il maestro Jaychandran Nair. In seguito nel 2008 si diploma nella scuola KESMA (Kerala School of Martial Arts). Fin da giovane inizia a lavorare sotto la direzione di suo padre Abani Biswas, il quale ha fondato il centro di ricerca teatrale Theatre House, Sources Research of Indian Performative Arts, dopo la collaborazione con il regista polacco Jerzy Grotowski. Inizia ad insegnare Kalaripayattu dall’età di sedici anni. Segue corsi di perfezionamento con Martin Crimp, Romeo Castellucci, Eugenio Barba, Anatolij Vassiliev. Dal 2018 è direttore artistico del centro di teatro Theatre House, West Bengal, India. Ha scritto e diretto: To Celebrate the Human Glory, Dance Once, Pray Twice, The Tea Room, Human, Antigone. Nel 2019 fonda il Collettivo Imperfetto intorno al progetto Antigone. Si è laureato in Filosofia e Letteratura in Inghilterra. Si trasferisce in Italia nel 2013 e inizia a collaborare con alcune riviste letterarie. Riceve riconoscimenti e premi da Poesiafestival, Premio Rimini per la poesia giovane, Casa della Poesia di Como, Premio Mario Luzi. Ha tradotto Poeti bengalesi dopo Tagore per l’Almanacco di poesia di Raffaelli editore. Esordisce con la raccolta Versante d’esilio – Minerva editore, 2019 (Premio Camaiore proposta, 2019, Premio Città di Como). In seguito, pubblica con Franca Mancinelli e Maria Grazia Calandrone, Come tradurre la neve – Animamundi edizione. Viene inserito nell’antologia Poeti nati negli anni novanta , curata da Eleonora Rimolo e Giovanni Ibello, Ladolfi editore.

Kalipada Adhikary è nato in India (West Bengal) da una famiglia di musicisti Baul. Fin da piccolo ha iniziato a suonare lo Sri Khol (tamburo a due membrane) con il padre, musicista e maestro di percussioni. Nel corso degli anni ha perfezionato la tecnica musicale studiando con altri maestri strumenti a percussione della musica classica e popolare indiana (Mridangam, Tabla, Duggi, Dhol, Madol) e canto. Nel 1989 è stato invitato in Italia da Abani Biswas nell’ambito del Progetto Source’s Research Indian Performative Arts al quale ha partecipato per oltre 20 anni in India ed Europa come componente del gruppo di artisti indiani Mìlon Mèla. In Italia, Francia, Portogallo, Svizzera, Venezuela e Messico ha presentato concerti di musica Baul e condotto seminari di strumenti a percussione. Ha collaborato con diversi musicisti e gruppi di musica folk europei. in Italia ha collaborato alla edizione dei CD musicali “A man of heart” edito dalla Amiata Records e “Poeti arabi di Sicilia” del gruppo Milagro Acustico Ensemble. Ha collaborato alla realizzazione di laboratori multidisciplinari diretti agli studenti dell’Università del “Teatro Ateneo” – dell’Università La Sapienza di Roma, del DAMS – Università di Bologna, e ai laboratori di musico terapia nelle scuole e nei Centri di Igiene Mentale.

 

26 e 27 giugno – Palazzo Rospigliosi, Zagarolo

MASTERCLASS KALARIPAYATTU

con  A. Anil Biswas
Open Sharing / Kalaripayattu: 27 giugno

La Fondazione FIND, in collaborazione con Associazione Gamaka, organizza una Masterclass di Kalaripayattu a cura del maestro Alessandro Anil Biswas. Il seminario prevede 2 giorni di studio intensivo il 26 e 27 giugno e sarà ospitato nella suggestiva cornice di Palazzo Rospigliosi a Zagarolo. La masterclass si rivolge a performers, attori, marzialisti, danzatori e a chiunque desideri avvicinarsi alla pratica e allo studio del kalaripayattu.

Maggiori info sulla masterclass qui<

 
ISCRIZIONI
www.associazionegamaka.blogspot.it
email: gama-ka@live.com
tel. +39 3465960083
facebook: Associazione Gamaka


Write a comment:

You must be logged in to post a comment.